1 2 3 4 5 6 7 8 9
Tutta Milano:
Dintorni:

Cerca eventi

Trova in città

Mappa

accettazione gruppi

Museo Archeologico © Comune di Milano
Museo Archeologico © Gianni Congiu
Museo Archeologico © Gianni Congiu
Museo Archeologico © Museo Archeologico
Museo Archeologico © Museo Archeologico
Museo Archeologico © Giuseppe Giudici, Civiche Raccolte Archeologiche
Museo Archeologico © Giuseppe Giudici, Civiche Raccolte Archeologiche

Museo Archeologico


INDIRIZZO:

Corso Magenta, 15 - 20123 Milano


ORARI:

Da martedì a domenica: 09:00-17:30.


INFORMAZIONI BIGLIETTO:

Ingresso euro 5,00.
Ridotto euro 3,00.
Biglietto cumulativo per musei civici (durata 3 giorni) euro 12,00.
Ingresso libero ogni giorno durante l'ultima ora di apertura e tutti i martedì dalle ore 14.


CONTATTI:

TELEFONO +39.02.88445208, FAX +39.02.88465721
EMAIL c.museoarcheologico@comune.milano.it
www.comune.milano.it/museoarcheologico

MEDIA GALLERY »

« TORNA INDIETRO

Il Museo Archeologico è collocato in un contesto architettonico straordinario, l'ex-convento del Monastero Maggiore di San Maurizio, fondato nell'VIII secolo d.C., dove la storia di Milano antica mostra ancora visibili le sue tracce. Nel periodo imperiale l'area era occupata da un edificio residenziale del I secolo d.C., dalle mura e dal grande circo romano, adiacente al palazzo imperiale.

Le collezioni sono esposte in diverse sale a seconda della cultura di appartenenza. Al piano terra, superato il primo chiostro (decorazione architettonica milanese) si trova la sezione della "Milano Antica", mentre al piano inferiore continua il percorso con "Abitare a Mediolanum". Sempre al piano inferiore sono le Sezioni di Caesarea Maritima (Israele) e del Gandhara.

Il percorso di visita continua nel chiostro posteriore ("la società milanese attraverso le epigrafi"). Al termine del secondo chiostro una passerella permette di entrare a visitare  la torre poligonale (fine III secolo) con affreschi altomedioevali (XIII secolo) e di recarsi nella nuova sede museale di Via Nirone dove sono esposte al primo piano la Sezione Altomedioevale, al secondo piano la Sezione Etrusca, le cui opere costituiscono un’importante patrimonio, utile alla ricostruzione di numerosi aspetti della civiltà etrusca, e al terzo e ultimo piano la Sezione Greca. L’allestimento è dedicato alla società greca e alla vita quotidiana scandita dalle attività economiche, dal teatro alla religione, dal pensiero della vita e della morte.

Le collezioni Egizia, di Preistoria e Protostoria sono esposte nelle Sale Viscontee del Castello Sforzesco.

Il Museo ha pensato ad un “Kit Salva-genitori”. Si tratta di un fascicoletto contenente, oltre alle indicazioni per una visita intelligente, giochi e attività suddivisi per fasce d’età.

    Rinvenuta nel Novarese, la superba Coppa Trivulzio (l'appellativo rimanda alla nobile famiglia milanese e alla collezione che per lungo tempo l'ha ospitata), detta diatreta in quanto è composta da un interno in vetro soffiato lavorato a traforo, è considerata uno dei più interessanti reperti archeologici del tardo Impero Romano (III-IV secolo d.C.).


    Fibbia Gota

    Cratere di Oreste

    Coppa Diatreta Trivulzio

    Tesoro di Cesarea Marittima

    Cista Etrusca

    Anello con sigillo

    Statua di Buddha stante

    Cratere di Parthenopaios

    Patera di Parabiago

    Come raggiungerci:

     

    Stazione Ferrovie Nord Cadorna

     

    Metropolitana M1 (linea rossa) e M2 (linea verde) fermata Cadorna

     

    La Direzione del Museo gestisce l'apertura al pubblico dell'Antiquarium Alda Levi presso il Parco dell'Anfiteatro Romano (compreso tra le vie Arena, De Amicis, Conca del Naviglio), della cripta di San Giovanni in Conca (situata nello spartitraffico di piazza Missori), della chiesa di San Maurizio (all'angolo tra via Luini e corso Magenta) e della Torre di Ansperto (nel cortile della sede dello stesso Museo in corso Magenta).